Chi sono e cosa posso fare per te

Mi chiamo Silvia Pittera e sono una psicologa e psicoterapeuta relazionale. Questo significa che la mia formazione mi permette di lavorare, oltre che nel classico assetto di psicoterapia individuale, anche con le famiglie e con le coppie.

Proprio il lavoro con queste ultime, mi ha portato, negli anni, a raccogliere una sempre crescente richiesta di percorsi di terapia individuale che potessero aiutare le persone che si accingevano a chiudere una relazione sentimentale e a superare l’inevitabile crisi di vita a cui andavano incontro. Mi piace subito specificare che uso la parola crisi così come l’etimologia suggerisce: “crisi”, dal greco: krisis ovvero “scelta”, ripulita dalla coltre di pessimismo che la offusca e la opacizza rimandando subito a funesti esiti dolorosi, non è altro che un momento di vita significativo, in cui si è chiamati a prendere una decisione importante.

Scegliere di porre fine ad una relazione che non è più in grado di regalarci momenti di gioia e benessere mi piace pensarlo come un vero e proprio atto rivoluzionario di rinascita, che spesso ci conduce a strabilianti novità e ad una profonda riscoperta di noi stessi, del nostro valore, di ciò che possiamo fare e soprattutto di ciò che possiamo tornare a desiderare.

Nella mia pratica clinica ho imparato che venir fuori da qualunque relazione in cui si è investito tanto di sé è un percorso in salita, tanto doloroso quanto faticoso. Tuttavia lo è ancor di più se tale relazione è avvenuta tra una persona che sperimenta i sintomi della dipendenza affettiva ed un partner che presenta tratti narcisisti o per il quale si configura un vero e proprio Disturbo Narcisistico di Personalità. Mi riferirò spesso al narcisista al maschile e alla dipendente affettiva al femminile semplicemente perché, secondo la più ampia letteratura sull’argomento, il Disturbo Narcisistico di Personalità colpisce con più frequenza gli uomini. Va da sé che le vittime di quella che viene a configurarsi come Sindrome da Abuso Narcisistico sono prevalentemente donne.

Abuso, si. Avete capito bene.

Le vittime del narcisista subiscono infatti un grave abuso dal loro partner, una violenza perpetrata su più piani: emotivo, psicologico, talvolta fisico. Molte di loro presentano le caratteristiche del Disturbo Post-Traumatico da Stress e della Sindrome di Stoccolma, oltre ad un ventaglio di sintomi psicologici più classici come l’insonnia, lo stato d’ansia generalizzato, la depressione associata ad un profondo senso di inadeguatezza e di colpa, gli attacchi di panico e varie somatizzazioni.

Uscire da una relazione con un narcisista è un processo delicato, che richiede un supporto professionale specializzato. Grazie alla mia formazione specifica in terapia sistemico-relazionale e soprattutto all’incontro con donne speciali che hanno imparato a riscoprire se stesse, uscendo dalla dipendenza affettiva e liberandosi per sempre del narcisista che risucchiava la loro vitalità e vivacità, ho accumulato una conoscenza profonda dell’argomento e ho potuto mettere a punto un vero e proprio protocollo terapeutico per la cura della love addiction.

Se credi di soffrire di dipendenza affettiva e/o di essere vittima di un narcisista prendi la decisione di chiedere aiuto, contattami.

Ho assistito a molte rinascite, non vedo l’ora di accompagnarti lungo la tua.

 


[N.B. alcuni contenuti del blog sono liberamente tratti da altri blog che sono stati per me di grande ispirazione e formazione: l’Arte di Salvarsi, DipendiAmo.blog, BlogTherapy, ContattoZero e il canale youtube Vappole, sono solo alcuni tra questi. Vi invito a consultarli!].